La pizza sposa la tradizione agricola vesuviana, da Luigi Cippitelli

“Ho setacciato l’intero vesuviano per comporre la grammatica della mia cucina, fatta di ingredienti selezionati e a chilometro zero” ha spiegato il pizzaiolo chef Luigi Cippitelli, titolare dell’omonima pizzeria a San Giuseppe Vesuviano. La selezione di pizze proposta in questo locale sulle pendici del Vesuvio concentra tutta la passione che Cippitelli ha per il mondo della cucina. “Ho frequentato la scuola alberghiera e ho lavorato come cuoco durante le stagioni” ha spiegato lo chef pizzaiolo. “Ho maturato in seguito la passione per il prodotto pizza, per il quale oggi dedico il massimo del mio impegno, ma l’impronta del cuoco che è in me mi accompagna sempre” ha proseguito.

Colore, freschezza e croccantezza dei prodotti in ogni pizza.

Si spiega così un concetto di pizza in costante rapporto con gli ingredienti e i metodi di cottura tipici della cucina. “C’è una pizza che rappresenta al meglio il tipo di prodotto che mi piace trasmettere.

Si chiama la Pizza Pezzente – racconta il pizzaiolo – prende il nome dalla salsiccia di Somma Vesuviana che utilizzo nel condimento. Questa specialità di pizza ha una base bianca con provola affumicata, scarola riccia bianca, fettine del salame pezzente e pomodorino del Piennolo del Vesuvio”.

La “Pezzente”, che Luigi Cippitelli ama definire una ricetta, termine che prende in prestito dal gergo della cucina, riassume un po’ la visione di pizzeria che il cuoco pizzaiolo realizza nel suo locale. “Gli ingredienti che impiego nel topping sono cucinati a parte, saltati in padella in modo da risaltare i colori vivi, i sapori e la croccantezza dei prodotti” tiene a precisare il titolare della pizzeria Luigi Cippitelli.

Il pizzaiolo e ideatore di questa destinazione per veri buongustai della pizza, si definisce un ambasciatore della “tradizione contadina vesuviana”. “Le mie specialità si basano sui raccolti storici del territorio interno al Vesuvio” afferma Cippitelli. “Dal buon olio extravergine d’oliva che prendo a Terzigno, agli insaccati che compro nella Macelleria Agricola di Somma Vesuviana, il mio lavoro si compone di tutte le eccellenze gastronomiche dei paesi limitrofi a San Giuseppe Vesuviano, dove ha sede la mia pizzeria”.

La conoscenza approfondita dell’arte bianca permette al pizzaiolo di ottimizzare l’impasto di farina per svariati utilizzi. “Un approccio anti spreco alla cucina, guidato sempre dalla qualità dei prodotti” spiega il titolare della pizzeria a San Giuseppe Vesuviano. “Dal primo piatto al dolce, tutto può nascere da un panetto di pasta che avanza” afferma così il suo concetto di riutilizzo in cucina. Un modus operandi di cui va fiero e che gli permette di ottenere il meglio da ingredienti semplici in vista di ogni progetto di pietanza.

 

 

Leave a Comment