Cioccocrusco: innovazione e tradizione presso “La Voce del Fiume”

Concepita dalla personale ed instancabile esperienza  di Rocchina Adobbato, avvocato, imprenditrice ed  esperta di enogastronomia, titolare del B&B La Voce del Fiume – Dimora Storica di Charme, splendida dimora storica ottocentesca sita Borgo Medievale di Brienza (PZ), ai piedi del caratteristico Castello Caracciolo, si è posta all’attenzione di turisti ed addetti ai lavori la presentazione di Cioccocrusco , innovativo mix di cioccolato svizzero artigianale e Peperone Crusco IGP di Senise (PZ), ideato dall’imprenditore Antonio Cammarota, originario di Satranio di Lucania (PZ) ma da anni residente in Svizzera.

 

 

L’evento, allietato dall’ alternarsi di vari protagonisti della scena gastronomica lucana, ha visto in particolare la partecipazione della Lady Personal Chef Enza Crucinio, autrice di un vero e proprio tributo gastronomico alla Lucania, declinato in una serie di originali e gustosi dessert a base di cioccolato, Peperone Crusco e Pane di Matera IGP. La degustazione ha trovato poi degno accompagnamento con la deliziosa proposta in vini e distillati della sommelier AIS Lucia Telesca, ove questa caratteristica festa di benvenuto è stata inoltre accompagnata dall’interessante intervento di Raffaele Lopardo, biologo nutrizionista, il quale ha esplicato le caratteristiche nutrizionali del Peperone Crusco così come del cioccolato.

Nell’ ottica di una costante ricerca e promozione delle belle e buone realtà lucane, particolarmente significativa risulta essere stata l’organizzazione dell’evento in questione, ospitato presso La Voce del Fiume – Dimora Storica di Charme, una magnifica dimora storica sita nel comune lucano di Brienza (PZ) posta in un contesto fiabesco, ideale anche per interessanti ed esclusivi eventi culturali.

 

 

Il sodalizio burgentino si può fregiare del riconoscimento, oltre che di “Lonely Planet”, dell’autorevole “Guida Michelin” per l’anno 2019, conseguendo inoltre, grazie all’instancabile opera della giovane titolare, il Premio Thalia 2017, per il livello di accoglienza di qualità superiore raggiunto, sempre a misura del cliente. La rivista Gioia, nell’anno 2016, ha inserito “La Voce del Fiume” tra le 5 dimore storiche italiane assolutamente da non perdere.

 

 

 

“La Voce del Fiume”, facente parte dei circuiti Legambiente Turismo, Ecobnb, Viaggi Verdi, si erge quindi quale vero e proprio avamposto del turismo ecosostenibile, a partire dal recupero delle camere allo stato originale secondo un approccio di tipo conservativo con l’utilizzo di pietra locale, calce e vernici ecologiche, fino alla dotazione in pannelli solari, nell’ottica di un pieno risparmio energetico.

 

 

 

 

 

Il messaggio ecologista trova pertanto compimento nell’ utilizzo di saponi all’olio di oliva nelle linee di cortesia, così come di prodotti enogastronomici locali esclusivamente biologici (marmellate autoprodotte, estratti di frutta fresca, pani fatti in casa) rifugendo pertanto qualunque prodotto alimentare di origine industriale. Non manca infine per gli ospiti la possibilità di compiere autentiche escursioni turistiche nel pieno rispetto dell’ambiente circostante, da vivere rigorosamente in bici elettrica.

Leave a Comment