Il 14 dicembre Gianfranco Iervolino, docente di pizza a Città del Gusto e di Impasti alla Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo, in provincia di Cuneo, nonché volto noto della tv e tra i maestri pizzaioli più amati d’Italia, ha aperto il suo nuovo locale.

E’ stato inaugurato ad Aversa, in via Alfredo Nobel, “Gianfranco Iervolino – Morsi & Rimorsi“, che è la prosecuzione dell’esperienza maturata a Caserta con il primo “Morsi e Rimorsi” marchio ormai conosciuto sul territorio.

La compagine imprenditoriale vede impegnati i fratelli Luca, Giuseppe e Paolo Capece nonché Gianni Malinconico e lo stesso Iervolino.

Un format che si caratterizza per il forte legame con il territorio e la vocazione sociale.

Infatti, In accordo con la Diocesi di Aversa e il suo Ufficio Beni Culturali, Gianfranco Iervolino “adotta un monumento“: il Mosaico del Cardinale Innico Caracciolo – Secolo XVII, opera di Pietro Bracci, sito nella Cappella del Sacramento della Cattedrale di Aversa.

Abbiamo deciso di adottare un monumento – hanno detto i soci di Morsi & Rimorsi proprio per dimostrare che la cultura è motore e traino dell’economia, ma che anche l’economia aiuta la cultura”. “Ad Aversa – ha detto Gianfranco Iervolino – si avverte un forte fermento culturale e sociale. Abbiamo pensato che la strada giusta da imboccare fosse proprio quella della valorizzazione del territorio anche attraverso l’uso di prodotti a chilometro zero”.

La pizza Aversana, difatti, è realizzata con ingredienti di eccellenza del territorio e per tre mesi, il ricavato della sua vendita al pubblico (pari a 9 euro secondo menù)  servirà a sostenere il restauro dell’opera adottata dai patron del locale.