I Grani antichi del Cilento: una risorsa territoriale.

Il grano del Sud.
In molte pizzerie sul menù si indica che il pomodoro è tale dei tali proveniente da…,l’olio premitura a freddo e meccanica da questa coltivar,il fiore di latte o la mozzarella da questo caseificio. E poi nessuno si chiede da dove proviene quella farina?Si dirà ma il grano italiano o quello del sud non basta per i consumi odierni o non ha quella forza per fare quella farina che piace al consumatore.
Primo se c’è richiesta e si paga il giusto credete veramente che non si trovino terreni?La verità è che i coltivatori sono stati dissuasi dagli industriali che trovano più conveniente comprare dall’estero a prezzi più bassi.Ed allora è logico che i coltivatori che rischiano di non vedersi ripagare neanche le spese lascino i terreni incolti.
Se ogni pizzeria di Napoli adottasse un terreno come fa Franco Pepe a Caiazzo potrebbe presentare almeno una volta a settimana la pizza del territorio.
Daremmo reddito ai nostri concittadini e preserveremmo il nostro territorio.
Secondo la forza del grano.
Ma siamo proprio sicuri che il consumatore voglia questo prodotto che viene servito oggi?
Non vi viene il dubbio che è un comportamento indotto dalla grande industria che facendo arrivare quel prodotto e non un’altro ha cambiato le abitudini alimentari dei consumatori?
Credete veramente che un disco inodore ed insapore possa essere quello che vuole un consumatore che sta diventando sempre più esigente?