Evento Pizza Borbonica : ritorno alle origini della vera Pizza

Con l’evento “Pizza Borbonica” si da il via alla manifestazione  “Alla tavola dei Borbone” per proporre ai palati di oggi i sapori della pizza di ieri.

Il primo appuntamento è andato in scena nella più antica pizzeria di Napoli, Antica Pizzeria Port’Alba (1830) del maestro pizzaiolo Gennaro Luciano, ed ha visto protagonista la pizza.

Dopo una mirata introduzione storica sull’argomento e un particolare approfondimento sugli ingredienti e le tecniche di preparazione più antiche della pizza, da parte del Dott. Tommaso Esposito medico e collaboratore de “Il Mattino” e “Pignataro Wine Blog”, e Il Presidente dell’Associazione Pizza Verace Napoletana Antonio Pace, sono entrate in scena le 4 pizze protagoniste della serata.

Alla stregua della ricostruzione storica sulla nascita della pizza che fa risalire all’epoca borbonica la creazione del forno all’interno della Reggia di Capodimonte da parte di Ferdinando II nel 1832, e ancor prima dal padre Ferdinando I la frequentazione della pizzeria di ‘Ntuono a Santa Teresa degli Scalzi, sono state proposte sui tavoli di Pizzeria Port’Alba quattro pizze storiche:

“Mastunicola” preparata con farina di tipo 1 (semintegrale) sugna, pecorino basilico e pepe.

“Due costiere”  preparata con farina di tipo 0 pomodorino giallo del Piennolo del Vesuvio DOP,  mozzarella di bufala campana DOP mozzata a mano, colatura di alici, limone di Sorrento, olio extra vergine di olivi secolari premuti a freddo e basilico.

“ Vesuvio e il Golfo”  preparata con farina di tipo 0, pomodorino rosso del Piennolo del Vesuvio DOP , alici di menaica, olio extra vergine di olivi secolari premuti a freddo.

“Ferdinando” preparata con farina di tipo 0 con pomodoro San Marzano DOP e mozzarella di bufala campana DOP, olio extra vergine di olivi secolari premuti a freddo e basilico.

Accompagnate dai vini di “Cantina Borbonico” fornitore ufficiale della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie con l’Aglianico, Falangina e il  Fiano, e dai vini del Consorzio Tutela Vini del Vesuvio con Vini Lacryma Christi delle cantine Tenuta Augustea Vini Nocerino, Fiore Romano Vini, Territorio de’ Matroni, Cantine Scala,Sorrentino Vini, De Falco Vini, Casa Setaro , Vigna Pironti .

A completare il pasto dolci tipici della tradizione borbonica : la Pastiera e la Sfogliatella riccia, delizie antiche che ancora oggi emozionano all’assaggio.

 

Alla serata sono state presenti con i loro prodotti le aziende:

Azienda Agricola Il Cortiglio con olio di ulivi secolari

Caseificio La Marchesa con mozzarella di bufala  campana DOP

Molino Polselli con farina di tipo 0 e di tipo 1

La Torrente con pomodoro San Marzano DOP e pomodorino giallo del Piennolo del Vesuvio DOP

Birrificio Borbonico

Pasticceria Napoletana Armando Scaturchio con Sfogliatelle e Pastiera.

 

 

 

 

Leave a Comment